(questa cosa l'avevo postata su it.arti.scrivere eoni fa. giuro che non l'ho scritta con l'ausilio di sostanze psicotrope.)

Basta così. E ora, ricominciamo.
Giacinto si veste indossando le scarpe ogni volta per prime. Le braghe
le sceglie assai larghe apposta per questo. Giacinto si guarda le scarpe
anche quando è vestito, sfuggendo in tal modo lo sguardo di chiunque gli
è intorno. E' un uomo, Giacinto, di poche parole e ben spese. Non parla
se non gli è richiesto, e sempre in maniera sintetica, con voce ridotta
a un sussurro. Giacinto odia tutti, ma non lo ha mai loro annunciato.
Del resto, nessuno lo ha mai domandato. Curioso.
Giacinto è convinto di essere suo proprio stesso fratello, cugino e
cognato, fors'anche marito, su questo ha riserve riguardo alle leggi
vigenti che poco conosce. Giacinto è convinto di un sacco di cose,
eccetto su prova contraria cambiare opinione, sul tiro al piccione però
non transige, gli pare barbarie, su un dente ha una carie curata con
l'alcool e il vetrocemento, un vero portento.
Giacinto è morto. No. Forse. Cambia qualcosa ?
E' bello Giacinto. E' brutto. Si piace, è il suo tipo. Ruba cuori. Ma
va. Sì. Giacinto. Ve lo avevo detto. Io.
Di Giacinto non importa un ostia a nessuno.
A Giacinto non importa un ostia di nessuno.
Dio li fa e poi li accoppia.
Siamo bravi. Autocompiacimento.
Trasciniamoci pure. Si dice :
trasciniamoci, e non :
strasciniamoci. Quest'ultima è voce di derivazione dialettale e
significa :
sprechiamoci, buttiamoci via a fondo perduto e mai più cercato.
Giacinto sente la musica e gli piace. Non sempre. Troppo alta. Troppo
veloce. Troppo lenta . Troppo pum pum, pim pim, pam pam. Allora non gli
piace. Altrimenti gli piace. La canta. Piano, piano, nessuno deve
sentire, solo lui.
Giacinto. Cinto altre volte. Cinto adesso, ma cinto anche prima. Ti
cingo, ma già ti cinsi. Già cinto, per i più refrattari all'etimo. E che
etimo. Io etimo, tu etimi, egli etima. Non esiste il verbo etimare. Si
dovrebbe inventarlo.
Un uovo sodo.
Un uomo sodo.
Un uomo sordo.
Un uomo sardo.
Un uomo tardo.
Giacinto, un uomo tardo.
Questo non risponde completamente al vero.
Risponde meno ancora al vero la seguente:
Giacinto, un uovo sodo.
Parliamo di Giacinto, senza accanirci su di lui.
E', lui, così come lo vediamo, non c'è né posa né infingimento, esposto
al mondo e dal mondo osservato, talora. Che dirne ? Che già non sia
detto, va inteso.
Qualunque giudizio oggettivo è viziato dal fatto che occorre un soggetto
per dirlo e pensarlo. E' alto, dice il bambino. E' basso, dice il
facchino. Glu glu, dice il tacchino.
Tacchino. Piccolo tacco.
Facchino. Piccolo facco.
Bambino. Piccolo bambo. Un gioco da ragazzi.
Sono solo parole, in fondo. Le parole esistono perché esiste il mondo.
Prima è nato il mondo, e poi le parole. Ma adesso, se portassero via il
mondo rimarrebbero le parole. Immagino che sarebbe buffo. Parole vaganti
nel nulla in cerca di qualcuno che le pronunci e di qualcuno che le
ascolti, parole che significano qualcosa che non esiste più in concreto
e che può venire descritto solo con quelle parole che nessuno può
pronunciare e nessun'altro può ascoltare perché nessuno esiste più. Però
le parole esisterebbero ancora. Parola d'onore.
Giacinto è rimasto a tiro, nel frattempo. Aspetta. Qualcuno. Qualcosa.
Non arriva nessuno. Non arriva niente. Giacinto aspetta ancora.
Nell'attesa non fa nulla, attende e basta. Quando Giacinto fa una cosa
non riesce a pensare ad altro.
Ecco, ora ha smesso di aspettare ciò che aspettava prima e si è messo ad
aspettare qualcos'altro. Non ha mutato posizione. Solo un occhio
allenato poteva cogliere il passaggio.
Giacinto sa aspettare come pochi altri. E' l'attività che occupa la
parte maggiore del suo tempo. Lo fa con dedizione totale.
Quando non può aspettare, aspetta con ansia di poter aspettare di nuovo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...