L’Espresso ricostruisce le vicende che nel corso degli anni hanno portato la pay tv a godere del regime di IVA agevolata. Riassumo per sommi capi:
– nel 1991, il governo Andreotti concesse a Telepiù l’agevolazione al 4% (!). In uno dei tanti processi al berlusca, si sostenne che questo si ottenne corrompendo un dirigente del ministero delle Finanze.
– nel 1995 il governo Dini voleva riportare sulla pay tv l’IVA al 19%, ma un emendamento votato da Rifondazione Comunista (!!!!!!) e osteggiato dai DS assestò la cosa sull’attuale 10%.

Quindi, oggi che il berlusca sana una schifezza (perchè non gli conviene più, certo, ma non è questo il punto) il PD si oppone. Boh.

Mi vengono in mente miriadi di riflessioni, una più sconsolante dell’altra. La cosa forse più inquietante che emerge da questa farsa è che, in questo paese, questioni come le telecomunicazioni che dovrebbero avere un valore strategico sono invece in balia di decisioni prese solo in base all’immediata convenienza politica, senza guardare oltre il proprio orticello (o il proprio naso).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...