Qualche anno fa la feci sentire a un mio conoscente di area parrocchiale, e mi disse che la trovava stupida. A me sembra che potrebbe essere stata scritta stamattina e non 35 anni fa.


Borghesia

Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia, 
non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia. 
Sei contenta se un ladro muore, se si arresta una puttana, 
se la parrocchia del Sacro Cuore ha acquistato una nuova campana. 
Sei soddisfatta dei danni altrui, ti tieni stretti i denari tuoi, 
assillata dal grande tormento che un giorno se li riprenda il vento. 
E la domenica, vestita a festa, con i capifamiglia in testa, 
ti raduni nelle tue chiese, in ogni città, in ogni paese. 
Presti ascolto all’omelia rinunciando all’osteria, 
così grigia così per bene poni a spasso le tue catene.   

Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia, 
non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia. 
Godi quando gli anormali sono trattati da criminali, 
chiuderesti in manicomio tutti gli zingari e gli intellettuali, 
ami ordine e disciplina, adori la tua polizia tranne quando deve indagare 
su un bilancio fallimentare. 
Sai rubare con discrezione, meschinità e moderazione, 
alternando bilanci e conti, fatture e bolle di cassazione 
Sai mentire con cortesia, cinismo e vigliaccheria, 
hai fatto dell’ipocrisia la tua formula di poesia.   

Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia, 
non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia. 
Non sopporti chi fa l’amore più di una volta alla settimana, 
chi lo fa per più di due ore, chi lo fa in maniera strana 
Di disgrazie puoi averne tante, per esempio una figlia artista 
oppure un figlio commerciante o, peggio ancora, comunista. 
Sempre pronta a spettegolare in nome del civile rispetto, 
sempre fissa ad ascoltare un orizzonte che si ferma al tetto. 
Sempre pronta a pestare le mani a chi arranca dentro a una fossa 
sempre pronta a leccar le ossa del più ricco e dei suoi cani. 
Vecchia piccola borghesia, vecchia gente di casa mia, 
per piccina che tu sia, il vento un giorno ti spazzerà via.

Annunci

3 pensieri su “

  1. Questa canzone ha ancora molto da dire oggi! La borghesia non si è per niente estinta, anzi è ben radicata ovunque. Anche gente che si sente borghese e non lo è affatto. Qui Lolli la rende ridicola, per questo mi piace! Non poteva esserci miglior modo per descriverla. E’ una descrizione fedele, se io fossi un borghese ascoltandola mi vergognerei un pochino.
    Bella anche perchè mi ricorda la mia prof di italiano xD E sapere che Lolli è dalla mia parte a combattere queste persone non è poco!

    Un saluto 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...