Ci sono questi due blog letterari, Vibrisse e Il primo amore, che hanno chiesto ai loro lettori di redigere il proprio testamento biologico, come contributo al dibattito sul medesimo. Non è che anch’io volessi compilarlo; ma  nonappena i miei neuroni hanno lontanamente accarezzato l’ipotesi, ho avvertito la sensazione *fisica* di un macigno nel cervello che mi impediva di affrontare l’argomento. Ho deciso allora di usare questo blog per sgravarmi da quel peso. A costo di sentirmi dare dell’egoista, dell’irresponsabile, o, perchè no, dell’assassino. Un bieco uso personale, insomma. Nessun argomento da sostenere, solo una storia nascosta per tanto tempo sotto il tappeto e rimasticata in solitudine.
Ringrazio tutti quelli che hanno commentato e chi ha ripreso il post. Come minimo, mi hanno fatto sentire meno solo. E hanno aperto molte brecce nel macigno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...