Per la CEI, "l’aborto è ancora un problema". Per carità, per certi versi è vero. Però i membri della CEI continuano ad essere tutti uomini. Quindi il loro parere in merito vale quanto il parere di un mullah sulla bontà del prosciutto di Parma.

Idea per uno spot televisivo.
Mezzo primo piano di un uomo in camice bianco.
Voce dell’uomo:
"Stiamo per eseguire un test. Vi chiediamo la massima attenzione. Via alla fase uno."
Effetto spegnimento del video. Buio.
Voce dell’uomo fuori campo:
"Passiamo alla fase due. Prendete in mano un libro e sfogliatelo"
Qualche secondo di silenzio.
Voce dell’uomo fuori campo:
"Se provate una sensazione rilassata e di benessere, avete trovato una valida alternativa per le serate in cui alla tv non c’è nulla di buono"
Scritta in sovrimpressione:
"Un buon libro è un ottimo compagno"
(L’idea è open source. Anche se non credo che ci sia alcun ente, singolo o collettivo, dell’ambito editoriale che sia in grado di pagarsi uno spazio tv e che non abbia interessi conflittuali in quel settore.)

Ieri sera Blob, sopra le immagini di isole più o meno famose, manda una voce fuori campo recitante brani di Pasolini, tra cui una frase che dice all’incirca "in televisione è impossibile dire una sola parola che sia vera". Immediatamente dopo, a "Che tempo che fa", Fabio Fazio discute per diversi minuti con il suo meteorologo Luca Mercalli a proposito della TAV in val di Susa, della quale il Mercalli pare sia un oppositore, senza MAI nominare la TAV in val di Susa.

"Il problema dell’umanità è che gli stupidi sono sempre molto sicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi" (B. Russel)
(Io non sono mai sicuro di niente, ovviamente)